Problemi frequenti durante un trasloco.

Ormai si sà, c’è sempre un problema dell’ultimo minuto quando si trasloca, cosi come ci sono dei problemi che sorgono causati dallo stress.

Ma ci sono anche dei problemi che possiamo evitare.

Problemi ricorrenti che se presi di mira fin da subito, possiamo riuscire a risolverli senza nemmeno preoccuparci troppo.

Partiamo dal presupposto che quando organizziamo un trasloco, non dobbiamo mai lasciarci le cose all’ultimo momento.

Dobbiamo sempre pensare almeno con una o due settimane prima per evitare l’insorgere di qualcosa non calcolata.

Non fate sempre tutto da soli

Un primo punto è dettato sicuramente dal voler fare tutto da soli.

Quante volte sarà capitato a più persone di voler provare a traslocare completamente da soli, senza aiuto e magari con una piccola macchina.

Questo è uno degli inizi peggiori per traslocare.

Il trasloco non andrebbe mai effettuato da solo, ci sono tante cose da fare, e una singola persona difficilmente può farle tutte senza aiuto.

O magari ci si accorge dopo che da soli è complicato traslocare.

Oggetti indispensabili : Le scatole

Le scatole.

Ricordatevi di comprare le scatole e gli imballaggi delle giuste dimensioni.

Non basta avere un paio di scatole trovate per strada. Possono servire scatole grandi e scatole piccole in base a ciò che dovete metterci dentro, ma ricordatevi assolutamente di prendere bene le misure quando state traslocare, non lasciate nulla al caso.

Ricordate che in questi casi, un centimetro in più potrebbe farvi lavorare con più facilità.

Per gli imballaggi invece, chiedere informazione a chi è più esperto di voi, soprattutto quando si parla di imballare oggetti di valore, che siano bicchieri, piatti o anche quadri.

Sempre bene tenerli al sicuro da ogni problema.

Ricorda anche di dividere le scatole in modo tale che contengano tutte una cosa diversa.

Ad esempio: Una scatola con i piatti, un’altra con tutti i bicchieri e cosi via.

Questo vi renderà lo sballaggio alla fine del trasloco molto più semplice, soprattutto i primi giorni dove sicuramente non andrete ad aprire tutte le scatole.

Aprendo poche scatole ma con solo il necessario, vi sarà più semplice trovare subito le cose che vi servono nella vostra nuova casa.

Come affrontare i mobili?

I mobili sono spesso uno dei problemi più grandi quando si affronta un trasloco, ma come si può ovviare anche a questo?

Normalmente ci sono due generi di persona:

Chi vuole smontare tutti i mobili della casa e chi per risparmiare tempo vuole portare i mobili senza smontarli.

Per chi vuole smontare i mobili, consigliamo sicuramente di armarsi di pazienza e piccole bustine dove mettere ogni piccola vite o bullone che salta fuori.

Sappiamo molto bene quanto possa essere facile perdere questi piccoli oggetti durante un trasloco ma se ci si attrezza prima, sarà un gioco da ragazzi anche superare questo.

Per il resto come detto precedentemente, misurate bene le scatole dove andrete a riporre i pezzi dei vostri mobili, al fine che abbiano poca liberta di movimento per evitare che sbattano e si ammacchino.

Chi vuole invece portare traslocare senza smontare i mobili, c’è solo una cosa a cui deve pensare.

Le misure delle porte.

Può sembrare una cosa scontata, ma durante lo stress che vive una persona che trasloca può dimenticarsi anche le piccole cose.

Infatti potrebbe essere un problema se durante lo spostamento di un mobile o un divano ci si accorge che non passa da una porta o da un cancello, e rallenterebbe i lavori e aumenterebbe anche lo stress fisico delle persone.

Una volta prese le misure dovete solo vedere se riuscite a far passare i vostri mobili o smontarli.

Ora dovreste essere davvero pronti a traslocare come si deve!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *